Il prefetto diffida il Comune, ma i consiglieri lo scoprono dopo una settimana

L’opposizione insorge: “Per evitare di andare a casa sono disposti a tutto”

Il presidente del consiglio comunale Claudio Petrella

Il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto ha inviato all’amministrazione comunale di Mondragone la diffida per la mancata approvazione del Rendiconto 2018. Peccato che mentre l’atto sia stato protocollato in arrivo il 7 maggio, lo stesso sia stato portato a conoscenza dei consiglieri comunali solo il 13 maggio da parte del presidente del consiglio comunale Claudio Petrella.

“Siamo alle solite rispetto agli abusi dell’ufficio da parte di chi governa oggi la Città di Mondragone che pur di evitare di andare a casa e’ veramente disposto a fare tutto” contestano i consiglieri comunali di minoranza Valerio Bertolino, Achille Cennami, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro e Giovanni Schiappa. La diffida concede all’amministrazione comunale guidata da Virgilio Pacifico 20 giorni di tempo per approvare il Rendiconto in consiglio comunale per evitare l’arrivo di un commissario. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

Torna su
CasertaNews è in caricamento