Locale costretto a togliere il dehors, il gestore: "Ora godetevi la Reggia..."

Negato il rinnovo dell'autorizzazione per 'Bacarò' in via G. M. Bosco

Il dehors di Bacarò rimosso e portato via

La tagliola della Soprintendenza si 'abbatte' su un altro locale di Caserta che è costretto a rimuovere il dehors ubicato davanti all'ingresso. E' quanto accaduto al gestore di 'Bacarò', la vineria in via G. M. Bosco che si è vista rifiutare il rinnovo dell'autorizzazione. Una scure che, nei mesi scorsi, si era abbattuta anche sui locali del centro di Caserta, in particolare quelli ubicati nei pressi della Reggia, soprattutto dopo l'inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha coinvolto una ventina di gestori e titolari di locali. In particolare, emerse che la Soprintendenza doveva dare "sempre e comunque" l'ultimo parere e che l'indicazione era di non permettere installazioni entro 300 metri dai monumenti. Il Bacarò 'paga', dunque, la vicinanza alla parte laterale del giardino della Reggia di Caserta e proprio questo ha spinto il gestore a commentare ironicamente la vicenda con un post su Facebook. "Ora godetevi l'angolo della Reggia che finora non potevate vedere per colpa del nostro gazebo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Inchiesta sul 'pezzotto', parla l'avvocato: "Ecco quali reati possono essere contestati"

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento