Un'ora in più per la chiusura dei bar. Da lunedì ripartono i centri estivi

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca annuncia la nuova ordinanza: "Chiusura alle 2, ma divieto di asporto per alcolici resta confermato alle 22"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Decine di migliaia di test rapidi che interesseranno personale sanitario e scolastico, ma anche una importante campagna vaccinale che partirà a settembre “e che sarà obbligatoria per gli over 65” in vista di un possibile ritorno della pandemia Covid. E’ quanto ha annunciato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo focus settimanale sulla pandemia. “Ad oggi non abbiamo più focolai in Campania e non ne avremo più” ha sottolineato il governatore: “Aver raggiunto zero contagi ci riempie di soddisfazione, vuol dire che è stato fatto un lavoro importante. Grazie ai cittadini per i sacrifici che hanno fatto. Noi abbiamo avuto il coraggio di anticipare le decisioni del governo nazionale; abbiamo avuto il coraggio di chiudere mentre in altre parti d’Italia si facevano brindisi all’aperto. Siamo la Regione che ha dato la prova più alta di efficienza e capacità amministrativa. Abbiamo fatto un miracolo, anche doppio se teniamo conto del fatto che eravamo appena usciti dal commissariamento e che continuiamo ad essere la regione d’Italia che riceve meno soldi di tutti sul fronte della sanità. E’ stata una guerra, ma oggi possiamo guardare con fiducia al futuro. Oggi ci sono le condizioni per fare nuove aperture di attività economiche e rilanciare il turismo. Siamo sereni perché abbiamo fatto un ottimo lavoro”. 

“Provocazioni contro di me per farsi pubblicità”

De Luca non ha mancato di tornare sulla vicenda di Report (“partiranno altre 2 querele”) e sulle polemiche degli ultimi giorni: “La tecnica che adoperano alcuni soggetti è fare provocazioni continue per farsi pubblicitià. A Napoli c’è qualche soggetto, che è un’assoluta nullità, che provoca per strappare qualche articolo di giornale. Questi soggetti rappresentano un problema psichiatrico, ma reale non metaforico”. 

“La Lega vuole votare il 27 settembre, una pazzia"

Sul fronte elettorale, il presidente continua a chiedere elezioni al più presto possibile: “La Lega propone di andare a votare il 27 settembre, qui siamo alla pazzia, perché i ballottaggi si dovrebbero fare a metà ottobre. Apriamo le scuole, poi le richiudiamo e le riapriamo. Questa è gente che non ha rispetto per le famiglie. Ancora oggi non abbiamo possibilità di fissare la data del voto, ma cercheremo di non farla sovrapporre all’apertura delle scuole”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’ora in più per i bar. Da lunedì ripartono centri per bambini e campi estivi

Infine sono state annunciate novità per quel che concerne le nuove aperture: “Oggi sarà pubblicata sul bollettino una nuova ordinanza: abbiamo deciso che da questa sera possono ripartire i cinema all’aperto (i drive-in;) per quanto riguarda i bar sarà possibile l’attività di musica di intrattenimento senza ballo; non sarà consentita la collocazione di amplificatori fuori dai locali per evitare assembramenti; inoltre prolunghiamo l’orario di apertura fino alle 2 di notte, ma manteniamo il divieto alle 22 per la vendita di alcolici per asporto”. Inoltre da lunedì prossimo “saranno riaperte le aree giochi per i bambini ed anche i centri estivi per i bambini per la fascia da 0 a 3 anni; ripartono i campi estivi; riparte anche il wedding ed i servizi per la montagna”. Intanto sarà dato un aiuto economico agli alberghi ed ai B&B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento