Scioglimento, l'ex sindaco: "Ricorso sulla delega, con l'opposizione ci vedremo alle elezioni"

Le polemica sulle dimissioni impugnate al Tar Campania

L'ex sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro

“Se non arriva lo scioglimento entro il 24 febbraio non sappiamo quando andremo a votare. Tutto il resto sono chiacchiere”. E’ quanto afferma l’ex sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro relativamente alle polemiche scaturite dalla sua decisione di ricorrere al Tar Campania contro le dimissioni di 13 consiglieri comunali che hanno decretato la fine della sua amministrazione comunale.

“Abbiamo adottato questa azione al Tar - spiega l’ex sindaco - in quanto c’è un’ambiguità per quanto riguarda il provvedimento della Prefettura di Caserta. Non c’è, infatti, la delega autenticata, così come richiesta dal Tuel, per il consigliere che ha depositato le dimissioni al Comune di Aversa. Noi abbiamo fatto ricorso per questo motivo, non certo per allungare i termini o per evitare le elezioni adesso. Stiamo tranquilli gli ex consiglieri di opposizione: ci vedranno compatti uniti e coesi alla prossima campagna elettorale”.

L'ex sindaco aveva avanzato anche richiesta di sospensiva del provvedimento della Prefettura di Caserta che, però, non è stata accolta. Il Tar Campania entrerà nel merito del ricorso nella prossima udienza fissata a marzo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Pizzo e droga, 49 indagati. Ci sono un poliziotto ed Ivanhoe Schiavone

Torna su
CasertaNews è in caricamento