Tre pini saranno abbattuti per evitare nuovi crolli

Stilato il piano di azione nel parco Pozzi

I pini che saranno abbattuti nel parco Pozzi

Non si devono correre altri rischi. E’ su questa direttrice che sta approntando il lavoro l’amministrazione comunale di Aversa guidata dal sindaco Enrico De Cristofaro dopo l’ultimo crollo di un gruppo ramo nel Parco Pozzi che fortunatamente non ha causato gravi conseguenze. E’ stato predisposto un piano di azione che prevede nei prossimi giorni l’abbattimento di tre pini considerati a rischio che si trovano adiacenti a via Lennie Tristano ed inoltre saranno potati anche alcuni grossi rami che si trovano sul lato di via Gaetano Andreozzi. Le operazioni sono in via di definizione anche perché quando saranno effettuati questi lavori, saranno necessario predisporre la chiusura della strada.

“Cerchiamo di mantenere l’attenzione alta - commenta il consigliere comunale Francesco Di Virgilio -. A breve saranno assegnate anche le aiuole per cui ne è stata richiesta l'adozione e saranno attivati gli impianti di irrigazione delle aiuole e del parco pozzi, dopo che è stato riparato anche quello della villa comunale. Questa attività é stata possibile grazie all'intervento degli.A.P.U. che con la loro preparazione professionale non hanno avuto costi per l'amministrazione comunale".

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento