Coronavirus, test rapidi a disposizione della Protezione civile

L'iniziativa di solidarietà e prevenzione del gruppo "Cellole Condivisa"

Prevenzione e solidarietà, questi sono i valori che hanno ispirato l’iniziativa di "Cellole Condivisa" all’acquisto di test rapidi. Prevenzione per individuare chi in presenza di lievi sintomi potrebbe essere affetto da coronavirus ed in attesa di tampone; solidarietà perché c’e’ bisogno in questo momento di azioni concrete volte a sostenere una popolazione afflitta dall’emergenza sanitaria e soprattutto chi combatte in prima linea il nemico che abbiamo di fronte.

"Partendo da questa analisi abbiamo deciso, oltre all’interazione con gli uffici preposti, anche di autotassarci per acquistare i test rapidi e di donarli alla Protezione civile che in sinergia con i presidi medici del territorio cellolese potranno valutare di volta in volta chi potrebbe avere bisogno di esserne sottoposto - spiega in una nota il gruppo 'Cellole Condivisa' - Augurandoci sempre che Cellole non debba averne bisogno. Crediamo che la politica oltre a essere concreta deve essere lungimirante, operando sempre a tutela e nell’interesse del cittadino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nell’immediato saranno disponibili i kit che il gruppo Cellole Condivisa dopo un lavoro certosino fatto in sinergia con rappresentanti politici del territorio, donerà ufficialmente allo straordinario nucleo comunale della Protezione civile che in questo periodo sta svolgendo un lavoro immane e rischioso da veri angeli custodi del territorio in sinergia con la stazione dei carabinieri di Cellole e la polizia di Stato, il comando di polizia municipale e non per ultimi al personale sanitario impegnato in prima linea; senza dimenticare il grande contributo che don Lorenzo Langella con la sua rete di volontari sta dando in questo momento alle famiglie in serie difficoltà economica. Insieme ce la faremo", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento