Coronavirus, stretta alle attività "non necessarie": vertice tra sindacati e prefetto

I segretari di Cgil, Cisl e Uil parlano con Ruberto in videoconferenza, al centro della discussione anche l'implementazione di tutte quelle misure utili alla tutela dei lavoratori

Matteo Coppola (Cgil), Giovanni Letizia (Cisl) e Antonio Farinari (Uil)

Una task force con la Prefettura di Caserta per il monitoraggio della sicurezza su tutti i luoghi di lavoro a tutela dei lavoratori. Si è svolto il 24 marzo un incontro in videoconferenza tra le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil (nelle persone dei segretari generali Matteo Coppola, Giovanni Letizia e Antonio Farinari) con il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto.

Al centro dell'incontro la necessità di una rigorosa definizione delle attività produttive necessarie e l'implementazione di tutte quelle misure utili alla tutela dei lavoratori impegnati in esse. L'incontro fa seguito al protocollo siglato a livello nazionale dalle Confederazioni e dal Governo e all'impegno che in questi giorni le organizzazioni sindacali stanno mettendo in campo per la sua ferma applicazione.

Il prefetto Raffaele Ruberto ha garantito un impegno massimo in questa direzione attraverso tutti gli strumenti di monitoraggio di cui la Prefettura dispone ed anche implementandone ulteriori. La prima richiesta di Cgil, Cisl e Uil è di garantire nei luoghi di lavoro non solo tutta la strumentazione idonea ad assicurare la salute dei lavoratori ma anche di attivare al meglio e in misura estesa lo smart working. Su questa proposta il Ruberto ha dato massima disponibilità affinché queste misure vengano messe in campo su tutti i luoghi di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindacati hanno fatto rilevare in particolare l'esigenza di un intervento nei settori della sanità, dell'ambiente e degli uffici postali. In questa direzione il prefetto, in particolare per quanto riguarda l'ambiente, ha garantito un lavoro di collegamento e pressione con gli Enti locali e la Provincia. Ha inoltre dato massima disponibilità a video-incontri con il commissario straordinario dell'AORN, con il direttore generale dell'Asl di Caserta e con i responsabili di Poste Italiane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento