Lavori di pubblica utilità per i detenuti, accordo tra Comune e casa di reclusione

Firmato il protocollo d’intesa tra sindaco De Cristofaro e la ‘Filippo Saporito’

“Una grande opportunità, una speranza che torna a riaccendersi per alcuni dei reclusi della casa di reclusione ‘Filippo Saporito’ di Aversa. Questo l’obiettivo del redigendo protocollo di intesa tra il Comune di Aversa e la casa di reclusione. Nella giornata di ieri il sindaco Enrico de Cristofaro con l’assessore all’ambiente Marica de Angelis hanno incontrato la dirigenza della struttura con la direttrice Carlotta Giaquinto per discutere del protocollo attraverso il quale sarà data l’opportunità di uscire fuori, seppur solo per qualche ora, e lavorare ad alcuni reclusi della struttura aversana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Vogliamo dare la possibilità ad alcuni di poter svolgere una piccola attività lavorativa di pubblica utilità a favore della collettività come strumento rieducativo – ha spiegato il sindaco di Aversa, Enrico de Cristofaro – il territorio in questo modo può diventare un elemento vitale e di impatto diretto sulla crescita e cambiamento del percorso di inclusione sociale, in termini di emancipazione e di responsabilizzazione della persona di stato di detenzione”. “Abbiamo individuato – ha detto l’assessore all’ambiente Marica de Angelis - l’area del Parco Pozzi e di altri spazi verdi pubblici da mantenere secondo criteri di ordinaria manutenzione”. E concludendo: “Per noi questo progetto ha una grande valenza: diamo una mano nel reinserimento a chi è recluso nel ‘Filippo Saporito’ che si occuperà della cura del nostro verde pubblico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

Torna su
CasertaNews è in caricamento