Consiglio senza il sindaco indagato, L'Arco: "Solo propaganda dalla maggioranza"

Il consigliere: "Hanno scelto di effettuare le nomine senza l'opposizione..."

Il consigliere comunale Giancarlo L'Arco

“Solo annunci e tanta propaganda”. Può essere sintetizzata cosi l’ultima seduta di consiglio comunale svoltasi senza il sindaco Salvatore Martiello (coinvolto in una inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere). “Senza entrare nelle scelte adottate da altri, personalmente non ho avuto modo di partecipare per impegni di lavoro fuori città già presi da tempo, ma intendo farlo, come del resto ho sempre fatto, alla prima occasione utile perché ritengo che l’aula consiliare sia l’unico luogo in cui debbano essere combattute le battaglie politiche” ha commentato il consigliere Giancarlo L’Arco

“Per quanto attiene la vicenda che coinvolge il sindaco Martiello - spiega - da garantista oltre che da uomo di legge, ribadisco la massima fiducia nell’autorità giudiziaria. Nel contempo però, esprimo la mia vicinanza umana che, nonostante le differenti vedute politiche, viene prima di ogni altra cosa. I cittadini di Sparanise mi votano e mi onorano del loro consenso eleggendomi da quasi 20 anni in consiglio comunale ed è per me necessario chiarire questo aspetto che reputo fondamentale, anche per ribadire il mio modo di intendere l’attività politica al loro servizio. Parimenti, voglio esprimere tutto il mio disappunto per la scelta di procedere all’elezione dei nuovi organi del consiglio comunale solo con i membri della maggioranza. Sarebbe stato più corretto rimandare la seduta, ma so che doveva andare cosi. Evidentemente avevano fretta di aggiustare una situazione anomala venutasi a creare con la nomina in giunta del presidente Veltre”

Ed aggiunge: “Per quanto attiene ai punti discussi ed approvati solo dalla maggioranza, mi limito a far notare che il giochetto dello sconto Tari, come avvenuto lo scorso anno, sarà di nuovo irrisorio e sono certo che presto se ne accorgeranno anche i cittadini di Sparanise. Voglio sperare, inoltre, che nel piano di alienazione e valorizzazione dei beni comunali non verrà fatta nessuna svendita e che le tanto sbandierate opere pubbliche vengano realizzate secondo tutti i crismi della regola d’arte altrimenti saranno solo un inutile spreco di denaro pubblico. Sull’annuncio fatto relativamente al piano di gestione dei servizi idrici integrati, mi limito a farle notare che la legge in vigore va in una direzione diametralmente opposta alla volontà di gestire il sevizio in house. I consiglieri non possono non sapere che il Comune di Sparanise ha votato una delibera nella quale ha aderito all’Ente Idrico Campano che punta all’individuazione di un unico Ente nella gestione dei servizi idrici integrati di ciascuna provincia della regione Campania e Sparanise ricade nella provincia di Caserta. Insomma, niente di nuovo. Siamo sempre fermi alla propaganda ed agli annunci, attività ben lontana dalle esigenze dei cittadini”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento