Tensioni e veleni in Consiglio, Petrella affida le deleghe ma il vice sindaco resta un rebus

Il sindaco non assegna Lavori Pubblici e Urbanistica. Scontro in aula sulla posizione di Riccardo che promette denunce. Scontro anche sull'area di Pinetamare

Il sindaco Luigi Petrella e la sua giunta

L'armonia non vuol saperne di regnare. Tra polemiche e falsi propositi di tregua si é tenuta la seconda convocazione del consiglio comunale di Castel Volturno mercoledì sera.  Tra la mancanza dei consiglieri della Lega, Daria e D'Ausilio ed alcuni consiglieri della maggioranza (Sperlongano e Luise), il neo sindaco Luigi Petrella ha rabbonito più volte gli animi affinché potessero esser discussi i punti all'ordine del giorno. 

Iniziale é stata la riproposta da parte dell'opposizione della questione sull'incompatibilità della carica di consigliere di Vincenzo Riccardo. "Incompatibilità di fatto" ha sottolineatp il consigliere Peppe Scialla "perché formalmente il consigliere Riccardo ha esulato le sue cause di incompatibilità dimettendosi dalla rappresentanza legale della società che ha proposto un ricorso al TAR contro il Comune di Castel Volturno. Lo Statuto degli Enti Locali però include tra le cause di incompatibilità quelle delle liti pendenti e di certo questa lite é pendente dinanzi al TAR in quanto Riccardo é sottoscrittore di un ricorso nel 2018 seppur dimessosi dalla carica sociale. Però da un articolo su un organo di stampa riguardo un'aggressione che il consigliere Riccardo avrebbe perpetrato nei riguardi di un parcheggiatore appena 17 enne, viene indicato come gestore del Lido nelle cui pertinenze si sarebbe verificata l'aggressione. C'é quindi un dato oggettivo che contrasta con la dichiarazione resa dal consigliere sull'assenza di cause ostative ai vincoli di incompatibilità propria all'esercizio delle funzioni di consigliere comunale. Da notare poi che dinanzi lo stabilimento balneare del consigliere comunale Riccardo c'é un'area di un imprenditore privato, Galix, che sta spendendo centinaia di migliaia di euro a Castel Volturno e per questo dovremmo stendergli i tappeti rossi a cui é stata pretesa la disponibilità dell'area su cui l'imprenditore ha una licenza a costruire un impianto sportivo con la minaccia da parte del consigliere Riccardo di esercitare il suo potere ispettivo sull'inter burocratico perseguito". 

Un'accusa a cui il consigliere Riccardo ha replicato con la denuncia per calunnie nei riguardi del parcheggiatore. Il sindaco Petrella ha difeso la posizione di Vincenzo Riccardo definendolo "consigliere a tutti gli effetti che ha tutti i diritti di sedere in consiglio" evidenziando che la "questione sia da superarsi tanto da non riproporla in ogni seduta consiliare". 

Il primo cittadino ha fornito spiegazioni riguardo l'area parco pubblico a Pinetamare oggetto di numerose polemiche. "Vorrei ricordare all'opposizione che più volte quell'area é stata concessa dalla passata amministrazione a parcheggio e non vedo per quale motivo si debba colpevolizzare la nuova amministrazione che cerca di ottemperare ad un problema di viabilità ed ordine pubblico preoccupante tanto da richiedere al demanio la concessione di quella zona. Credo che si stia facendo una polemica sterile anche perché i cittadini di Castel Volturno hanno pagato ben 6000 euro per poterne usufruire dopo il diniego del demanio alla passata amministrazione. Un'ammontare che ha comportato una variazione nel bilancio nell'era Russo a danno dei cittadini di Castel Volturno". 

Aspre le repliche del consigliere Nicola Oliva che a gran voce ha sottolineato che "grazie all'uscente sindaco Russo quell'area é stata sottratta alla camorra ed i cittadini di Castel Volturno ne hanno usufruito gratis". Data la mal disposizione degli animini sulla questione del parco urbano a Pinetamare é stato deciso che divenisse un punto a sè nel prossimo consiglio comunale. 

Tra animi irrequieti sono state conferite le deleghe agli assessori. Per Giovanni Gerardo Parente il Bilancio e programmazione economica e finanziaria; Attività produttive, Sviluppo economico e Suap; coordinamento e controllo delle società partecipate; digitalizzazione industria 4.0. Per Maria Eleonora Conte il Personale, Demanio e Beni Comuni ;Programmazione negoziata. Per Ylenia Ferrara la Pubblica Istruzione, Sport, Turismo, Attività ricreative, Fiere e Spettacoli ; Comunicazione Istituzionale dell'Ente; Politiche Giovanili e del Lavoro; Pari Opportunità. Per Simona Visone le Politiche Sociali, assistenziali dell'immigrazione; Beni Confiscati;Polizia Municipale; Viabilità e Trasporti ;Patrimonio e Cultura. Per Stefano Tommasi l'Ecologia; Ambiente; Decoro Urbano;Sanità;Tutela degli animali. Le deleghe in materia di Lavori Pubblici ed Urbanistica il sindaco Luigi Umberto Petrella le ha riservate a se stesso con la riserva di indicare nel prossimo consiglio comunale il nome del vice sindaco.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento