Caos Puc, l'opposizione chiede un Consiglio 'aperto' dopo l'esposto alla Corte dei Conti

La richiesta dei capigruppo Sagliocco e Dello Vicario: "Una vicenda imbarazzante"

Il sindaco di Aversa Enrico de Cristofaro

Non solo un esposto alla Corte dei Conti, anche la richiesta di un consiglio comunale aperto. I gruppi di opposizione di Forza Italia e Noi Aversani tornano a mettere nel mirino l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enrico de Cristofaro sul caos venutosi a creare sul Piano urbanistico comunale.

Una vicenda “imbarazzante”, secondo i capigruppo Gianpaolo Dello Vicario e Francesco Sagliocco, che “impone una seria riflessione per il futuro di questa città”. Il Comune nei giorni scorsi ha infatti deciso di ricorrere al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar Campania che aveva annullato le ordinanze del dirigente col quale si era deciso di annullare l’affidamento della progettazione allo “Studio Castiello Projects” che si era aggiudicato il bando presso l’Asmel.

Una scelta duramente criticata anche per la decisione 5mila euro per il ricorso: “La convinta e dispendiosa determinazione a non assegnare l’incarico ai professionisti risultati vincitori, la procedura ritenuta valida dal TAR, la nuova gara che vorrebbero bandire, la diffida all’amministrazione del gruppo di professionisti vincitori affinché assegni loro la redazione del PUC, le tante spese e la moltiplicazione dei costi che ricadranno sui cittadini, il termine del 31 marzo e l’incombenza di un commissariamento: sono i tanti punti d’ombra – spiegano Sagliocco e Dello Vicario - che vorremmo chiarire in un consiglio comunale, possibilmente aperto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta verrà formalizzata la prossima settimana assieme ai consiglieri Nicla Virgilio e Carmine Palmiero e con tutti gli altri componenti di minoranza e, in caso contrario, i due capigruppo hanno annunciato il ricorso agli organi giudiziari competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento