Capogruppo del Movimento 5 Stelle cita Mussolini durante il consiglio comunale

Bufera in aula. Il sindaco accusa, lui replica: "E' riferita a loro, negano la democrazia"

Raffaele Bencivenga ed Enzo Guida

“Questo consiglio comunale è un bivacco di manipoli”: questa frase, pronunciata dal consigliere comunale di Cesa Raffaele Bencivenga, ha scatenato il putiferio nella piccola cittadina dell’agro aversano. Il capogruppo di opposizione del Movimento Cinque Stelle ha, volutamente, attraverso un comunicato stampa reso attuale un termine di mussoliniana memoria, visto che “il discorso del bivacco” fu portato in Camera dei Deputati dal Duce il 16 novembre 1922, per presentare la lista dei suoi ministri.

E nel giorno in cui ricorre il centesimo anniversario dell’inaugurazione proprio di quella Camera dei Deputati nata alla fine della Prima guerra mondiale, torna prepotentemente una frase (appunto ‘bivacco di manipoli’) che fa tornare alla mente un periodo storico che invece dovrebbe essere stato cancellato e che indica, qualora ce ne fosse bisogno, che bisogna fare ancora tanto per dire definitivamente addio agli orrori del passato.

Tanti altri termini sarebbero stati più consoni, ma il consigliere ‘grillino’ ha preferito una citazione tutt’altro che consona ad un politico per manifestare il proprio dissenso all’amministrazione del sindaco Enzo Guida. “E quello che è ancora più grave è che questa frase sia stata pronunciata in consiglio comunale” dice Guida. “Ascoltare da un grillino quella citazione rappresenta una offesa al consiglio comunale ed alla città. Soprattutto per quelle che furono le condizioni ed i risvolti che quel discorso ha avuto per la nostra nazione. Che sia, poi, un aderente al Movimento 5 Stelle prendere a prestito le parole di Mussolini che annullò la democrazia, veramente ci sorprende e ci disgusta”, affermano invece i consiglieri comunali di maggioranza.

Raffaele Bencivenga invece sottolinea che quella frase era riferita alla critica nei confronti di una amministrazione che “ha dimenticato cosa voglia dire il bene comune. Un modus operandi del sindaco e della maggioranza che è completamente negativo. Stanno negando completamente la democrazia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento