Il braccio di ferro tra Comune e 'Conocchia' arriva in Prefettura

Non si sblocca la situazione, ora si tenta con la mediazione

Pietro Monaco

Si svolgerà lunedi 23 aprile alle ore 10.30, presso la Prefettura di Caserta, una riunione inerente la procedura di raffreddamento del conflitto sindacale concernente i servizi pubblici essenziali erogati dall’azienda ‘La Conocchia Srl’ in forza del contratto di appalto presso il Comune di Curti.

Al tavolo organizzato in Prefettura, parteciperanno gli amministratori della società appaltatrice, ossia ‘La Conocchia Srl’, il Segretario Generale di Confimprese Caserta, Pietro Monaco dell’Associazione sindacale a cui l’azienda è iscritta, il rappresentante sindacale della Confial – Associazione sindacale dei lavoratori per la tutela degli interessi dei lavoratori ed i rappresentanti del Comune di Curti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nei mesi scorsi – dichiara Pietro Monaco di Confimprese Caserta – dopo alcuni incontri coi soci de ‘La Conocchia Srl’ ed il segretario generale della Confial Caserta, Umberto Ospite, decidemmo di inviare una nota congiunta al sindaco del comune di Curti per una richiesta di incontro sindacale per discutere con l’ente locale della grave situazione economica-finanziaria della nostra assistita e per conoscere quali iniziative si intendevano promuovere per la risoluzione della criticità segnalata. Purtroppo quel vertice non si tenne in Comune a Curti, e anzi avviando solo un braccio di ferro mediatico tra l’amministrazione locale e la nostra iscritta. Adesso – conclude Pietro Monaco – speriamo in questo tavolo in Prefettura affinchè si possa uscire da una situazione di stallo che ha determinato nel tempo un’insostenibile carenza di liquidità rendendo difficile se non impossibili gli adempimenti correnti relativi ad una normale amministrazione aziendale come il pagamento degli stipendi e delle fatture ai fornitori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Macchia nera, scoperta choc: "Dna umano". Sequestrato depuratore: "Fogne direttamente nel canale"

Torna su
CasertaNews è in caricamento