Ex sindaco e 5 assessori condannati dalla Corte dei Conti

La sentenza per la gestione economica degli ex amministratori di San Marcellino: “Scellerata sotto ogni profilo”

Sergio Conte, l'ex sindaco Pasquale Conte e Roberto De Marco

Condannati dalla Corte dei Conti gli ex amministratori di San Marcellino. La Sezione Giurisdizionale Regionale della Campania presieduta da Salvatore Nicolella ha condannato, con sentenza 314 del 2019, l’ex sindaco Pasquale Carbone e gli ex assessori Agostino Sabatino, Roberto De Marco, Filippo Barone, Sergio Conte e Alfonso Santagata al pagamento, a favore del Comune di San Marcellino, di una somma complessiva pari a 87mila e 147 euro, oltre al pagamento delle spese di giudizio pari a 1830,88 euro. 

L’ex sindaco Pasquale Carbone sarà costretto a pagare 27.888,60 euro mentre gli ex assessori Agostino Sabatino, Roberto De Marco e Alfonso Santagata 12.550 euro. L’ex vicesindaco condannato al pagamento di 15338,50 euro. Mentre l’ex presidente del consiglio comunale Sergio Conte dovrà sborsare 6270 euro. 

La condanna arriva perché “nonostante il sindaco Carbone e gli assessori fossero a conoscenza della presenza di debiti fuori bilancio” non si è mai (per tutti i 5 anni di amministrazione) proceduto ad un “formale riconoscimento dei debiti né alcuna direttiva o iniziativa utile a ripristinare la regolarità della gestione”. Una situazione di “disordine finanziario” che dal 2007 in poi “è stato condotto ad una sempre maggiore ed inarrestabile esposizione debitoria”. Per il presidente della Sezione della Corte dei Conti c’è stata infatti “una gestione scellerata sotto ogni profilo e ad ogni livello, sia politico, sia manageriale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa gestione scellerata ha portato poi all’autodichiarazione di “dissesto finanziario con deliberazione del consiglio comunale del 30 settembre 2014 con conseguente revoca della procedura di riequilibrio”. Un dissesto finanziario col quale ancora oggi il Comune di San Marcellino deve fare i conti…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento