Concorsone, il Consiglio di Stato fa ripartire gli scritti

Accolto il ricorso di Regione e Formez: "Prevalente interesse alla prosecuzione della procedura"

Il concorso alla Regione Campania

L'interesse a far andare avanti il concorso in Regione Campania è "prevalente" rispetto alla sospensione della prova. Così il Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso della Regione e del Formez e disposto la ripresa delle prove scritte, bloccate dal Tar qualche giorno fa. 

Per i giudici del Consiglio di Stato "alla luce di una ponderazione comparativa degli interessi propria della presente fase, risulta prevalente, in considerazione del pericolo attuale di danno immediato e irreversibile, l’interesse pubblico alla prosecuzione della procedura in avanzato corso di svolgimento, a fronte dell’interesse contrapposto suscettibile di piena tutela in caso di esito positivo del giudizio". Per questo il "concorsone" è stato sbloccato, in attesa della decisione dei giudici nel merito della vicenda. 

Erano stati alcuni candidati esclusi ad impugnare gli atti dinanzi al Tar che aveva giudicato illegittima la procedura concorsuale in quanto sarebbe stato violato il principio dell'anonimato dei candidati nel corso delle valutazioni della prova preselettiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Intercettati dai carabinieri sull'Appia, abbandonano il furgone e scappano a piedi

Torna su
CasertaNews è in caricamento