Città videosorvegliate, 66 Comuni ammessi ai finanziamenti | TUTTO L'ELENCO

Il Ministero dell'Interno ha pubblicato la graduatoria della città ammesse ai finanziamenti

Sono ben 66 i Comuni della provincia di Caserta entrati a far parte della graduatoria di accesso ai finanziamenti disposti dal Ministero dell’Interno per le “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, il decreto legge del febbraio 2017 che mette a disposizioni degli Enti locali i fondi per installare o ampliare i sistemi di videosorveglianza cittadini.

Un elenco amplissimo quello della graduatoria: in totale sono 2426 i Comuni che ne fanno parte, ma non tutti probabilmente riusciranno a ottenere i fondi. I progetti infatti, spiega il ministro Matteo Salvini, “saranno ammessi a finanziamento secondo l’ordine della graduatoria definitiva e fino a concorrenza della disponibilità delle risorse finanziarie”.

Tra i Comuni della provincia presenti in graduatoria ci sono tutti i centri più importanti di Terra di Lavoro, a partire dal Capoluogo con un progetto da 359mila euro, oltre ad Aversa, Mondragone, Santa Maria Capua Vetere, Marcianise. Manca invece Maddaloni, assente dalla graduatoria, ma tra i grandi centri è praticamente l’unico non presente all’appello. La parte del leone la fanno i Comuni più piccoli, hanno infatti presentato progetti premiati dalla commissione con punteggia alti che potrebbero significare ampie possibilità di finanziamento.

ECCO L’ELENCO DI TUTTI I COMUNI AMMESSI ALLA GRADUATORIA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento