Il sindaco 'taglia' un dirigente per risparmiare 91mila euro l'anno

Approvato in giunta il nuovo organico del personale

Il sindaco Roberto Corsale e l'assessore Pietro Nardi

Da tempo ormai si avvertiva la necessità di un ordine e di efficienza negli uffici comunali. L’amministrazione comunale di Casagiove, guidata dal sindaco Roberto Corsale, venerdì scorso, 16 novembre, con delibera di Giunta n. 69, ha varato un documento che si prefigge lo scopo di snellire l’apparato burocratico della macchina comunale in modo da garantire alla cittadinanza un servizio più efficiente e meno promiscuo. Si tratta di una vera e propria rivoluzione amministrativa: le aree amministrative da quattro passano a tre; stessa cosa per i dirigenti che si troveranno a guidare tre aree (amministrativa, finanziaria e tecnica). Ogni area naturalmente si occuperà e garantirà una serie di servizi. La suddetta modifica decorrerà dal 1 gennaio 2019 “E’ un atto – ha dichiarato l’avvocato Pietro Nardi, assessore con delega al Personale – a cui da tempo stavamo lavorando che costituisce un presupposto essenziale per una riorganizzazione complessiva della macchina amministrativa. Questo percorso di trasformazione sostanziale della struttura organica dell’ente, garantirà ai cittadini ancor maggiore qualità e speditezza nell’erogazione dei servizi resi. Va da sé l’oggettivo vantaggio economico derivante da una simile scelta poiché il definitivo venir meno di una figura dirigenziale gioverà certamente al bilancio dell’ente”. Il Comune risparmierà 91mila euro l'anno con la rinuncia ad un dirigente

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento