Il Comune rischia il commissario ad acta per un debito di 185mila euro

La sentenza del Tar condanna l'Ente all'esecuzione del decreto ingiuntivo

Il sindaco Stefano Antonio Cioffi

Il Comune di Macerata non si costituisce in giudizio e il decreto ingiuntivo diventa definitivamente esecutivo. L'Ente dovrà saldare un debito di oltre 185mila euro alla Banca Farmafactoring entro l'inizio del mese di gennaio 2020. 

A stabilirlo è stata la seconda sezione del Tribunale Amministrativo della Campania, riunitasi in camera di consiglio il 3 dicembre con l'intervento dei magistrati Paolo Corciulo (presidente), Gabriele Nunziata (consigliere) e Antonella Lariccia (primo referendario, estensore).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il Comune, guidato dal sindaco Stefano Antonio Cioffi, rischia su questa vicenda la nomina di un commissario ad acta. Infatti se il primo cittadino non darà esecuzione al decreto ingiuntivo entro 30 giorni dalla comunicazione della decisione del Tar Campania, il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto (o un suo delegato) sarà nominato commissario ad acta e provvederà dunque al compimento degli atti necessari all’esecuzione del decreto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento