Il Comune vuole bloccare 5 milioni dell'appalto rifiuti e va allo scontro coi commissari

Dopo mesi "dormienti" ci si ricorda delle penali per l'interdittiva antimafia. Ma c'è il nodo delle proroghe e della nuova gara finita nel mirino della Dda

Cinque milioni di euro che rischiano di gettare nel caos una intera città. E’ la cifra che il Comune di Caserta, dopo "mesi dormienti" vorrebbe congelare alla Ecocar, mettendo in bilico il futuro dell’azienda e, soprattutto, dei dipendenti. I quali hanno chiesto nuovamente, tramite i propri rappresentanti sindacali, un incontro con l’azienda per capire l’evoluzione della trattativa con l’amministrazione comunale. Il nodo, appunto, riguarda la somma che l’Ente di Palazzo Castropignano vorrebbe congelare perché l’azienda è stata colpita da interdittiva antimafia (cosa avvenuta oltre un anno fa) in base a quanto prescritto dalla legge. Ma la scelta è stata già contesta dai commissari che attualmente guidano l’Ecocar in quanto l’interdittiva antimafia è giunta quando mancava un solo mese alla conclusione dell’appalto (ergo chiederebbero il congelamento di un solo mese) e che tutto quello che è stato fatto dopo è avvenuto in proroga nell’attesa dell’evoluzione della famosa gara finta poi nel mirino della Dda e che ha portato ad indagare anche sull’attuale sindaco Carlo Marino. Il nodo non è di poco conto, perché se il Comune oggi dovesse andare avanti con lo stop ai pagamenti per le tre mensilità, l’Ecocar di fatto si bloccherebbe, senza che la nuova gara sia stata portata a compimento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raid vandalico al comitato elettorale del candidato della Lega

  • Attualità

    Invasione di turisti alla Reggia, lunghe code per il 25 aprile | FOTO

  • Cronaca

    L'ex sindaco torna libero prima delle elezioni

  • Cronaca

    Rifiuti in strada: incivili incastrati dalle telecamere "trappola"

I più letti della settimana

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Truffatrice incastrata nell'ufficio postale finisce alla sbarra

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento