Il Comune vuole bloccare 5 milioni dell'appalto rifiuti e va allo scontro coi commissari

Dopo mesi "dormienti" ci si ricorda delle penali per l'interdittiva antimafia. Ma c'è il nodo delle proroghe e della nuova gara finita nel mirino della Dda

Cinque milioni di euro che rischiano di gettare nel caos una intera città. E’ la cifra che il Comune di Caserta, dopo "mesi dormienti" vorrebbe congelare alla Ecocar, mettendo in bilico il futuro dell’azienda e, soprattutto, dei dipendenti. I quali hanno chiesto nuovamente, tramite i propri rappresentanti sindacali, un incontro con l’azienda per capire l’evoluzione della trattativa con l’amministrazione comunale. Il nodo, appunto, riguarda la somma che l’Ente di Palazzo Castropignano vorrebbe congelare perché l’azienda è stata colpita da interdittiva antimafia (cosa avvenuta oltre un anno fa) in base a quanto prescritto dalla legge. Ma la scelta è stata già contesta dai commissari che attualmente guidano l’Ecocar in quanto l’interdittiva antimafia è giunta quando mancava un solo mese alla conclusione dell’appalto (ergo chiederebbero il congelamento di un solo mese) e che tutto quello che è stato fatto dopo è avvenuto in proroga nell’attesa dell’evoluzione della famosa gara finta poi nel mirino della Dda e che ha portato ad indagare anche sull’attuale sindaco Carlo Marino. Il nodo non è di poco conto, perché se il Comune oggi dovesse andare avanti con lo stop ai pagamenti per le tre mensilità, l’Ecocar di fatto si bloccherebbe, senza che la nuova gara sia stata portata a compimento.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • ADDIO GIANCARLO Fissati i funerali del tabaccaio casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

Torna su
CasertaNews è in caricamento