Il questore chiude il bar, scoppia la protesta

L'ordinanza per le frequentazioni di pregiudicati nel locale

Lo striscione di protesta esposto dai gestori dei locali contro il Comune

Chiuso per 15 giorni su ordine del Questore di Caserta perché frequentato da pregiudicati. I carabinieri della Stazione di Vitulazio hanno eseguito nei giorni scorsi l’ordinanza di sospensione della licenza per il Manhattan Lounge Bar di piazza Riccardo II, tra i locali più noti della Movida vitulatina.

Una notizia che ha gettato nello sconforto il proprietario del bar, Gianluca Di Lillo, che ha organizzato per questa mattina una manifestazione di protesta. Una decisione giudicata “ingiusta e discriminante” dal gestore del locale: “E’ davvero angosciante , triste dover abbassare la saracinesca seppure per pochi giorni. Ora chiediamo alla comunità a chi ci conosce a chi sa che professionisti siamo e con quanta passione facciamo il nostro lavoro di non abbandonarci, di starci vicino perché come la fenice risorgeremo dalle nostre ceneri e grazie al vostro supporto saremo più forti di prima”.

Nei mesi scorsi era scoppiata anche una protesta degli stessi gestori dei bar della Movida contro l’ordinanza del Comune sulla Movida, con la decisione di chiudere i locali entro l’una anche nel week end.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento