La Chiesa dell'Annunziata a rischio crollo: il caso sul tavolo del ministro

Dubbi anche sulla tenuta delle statute: "Servono interventi urgenti"

Approda sul tavolo del Ministro per i Beni e le Attività Culturali la situazione di degrado che vive la Chiesa della SS. Annunziata di Capua, uno dei monumenti più importanti ubicati all’interno del centro storico della città. A portare il caso in Parlamento è il deputato casertano di Forza Italia, Carlo Sarro, che ha rivolto una interrogazione a risposta scritta al titolare del Mibac, Alberto Bonisoli, per conoscere quali iniziative il Governo intenda intraprendere per favorire l’intervento di messa in sicurezza della chiesa dell’Annunziata attesa la necessità di un progetto più ampio di riqualificazione e restauro dell’intero immobile capuano.

“Il complesso della SS. Annunziata, edificato nel suo nucleo originario alla fine del XIII secolo, è stato successivamente ampliato grazie alle elargizioni delle più illustri famiglie capuane, quali gli Abenavolo ed i Fieramosca, ed arricchito con un pregevole soffitto cassettonato e con la superba cupola che la tradizione ricollega all’ingegno di Domenico Fontana - ha dichiarato Sarro-. La Chiesa danneggiata gravemente a seguito dei devastanti bombardamenti inferti alla città di Capua nel corso dell’ultimo conflitto mondiale, circa trenta anni fa veniva riaperta al culto dopo un imponente intervento di consolidamento; attualmente, purtroppo, l’intera struttura, interessata da abbondanti infiltrazioni piovane, versa in uno stato di totale abbandono con preoccupanti segni di cedimento che hanno reso necessario interdire il transito dei pedoni e la sosta dei veicoli nelle aree contigue”, si legge nell’atto ispettivo depositato dal parlamentare azzurro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come è facile intuire, il deperimento della struttura coinvolge anche la parte interna, in particolare il cassonato ligneo che subisce costantemente fenomeni di corrosione a causa delle infiltrazioni. A ciò va aggiunto che anche la tenuta delle statue collocate nel prospetto del monumento risulta compromessa, come testimonia il loro posizionamento sensibilmente inclinato. Per rimuovere la segnalata situazione di degrado si rende necessario eseguire con urgenza lavori di messa in sicurezza e risanamento conservativo, ai quali dovrà fare seguito un serio programma di manutenzione”, conclude Sarro (FI).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento