Illuminazione pubblica, Caserta tra le province più virtuose d’Italia

Terra di lavoro si piazza al 30esimo posto nel report pubblicato dall'Università Cattolica di Milano

La provincia di Caserta è tra le più virtuose d’Italia in termini di minor spreco di luce per illuminazione pubblica. E' quanto emerge da uno studio realizzato dall'Osservatorio sui conti pubblici italiani dell'Università Cattolica di Milano dal titolo "A riveder le stelle: quanto sprechiamo sull’illuminazione pubblica!".

Il report comunque conferma il ricorso eccessivo all’illuminazione pubblica in Italia. Ordinando le province europee per quantità di illuminazione pubblica sprecata pro capite dalla più virtuosa alla meno virtuosa, solo tre province italiane (tra cui la capofila Napoli), rientrano nella prima metà della classifica, mentre ben 58 “province” italiane su 110 (il 53 per cento) stanno nell’ultimo 20%.

Nonostante al primo posto in termini di minor spreco di luce per illuminazione pubblica ci sia Napoli (con Palermo al quarto posto), in generale le province del Sud sono sottorappresentate nei primi posti della classifica. Per esempio, nei primi trenta posti sono presenti solo sei province del Sud: oltre a Napoli e Palermo, sono presenti anche Catania, Reggio Calabria, Messina e Caserta (al 30esimo posto), quindi il venti per cento del totale quando invece le province del Sud rappresentano il 38 per cento delle province italiane. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le province del centro sono solo leggermente sotto rappresentate nelle prime trenta posizioni: in questo caso sono presente cinque province (Prato, Massa-Carrara, Pistoia, Roma e Firenze), il 16,7 per cento del totale quando invece le province del centro rappresentano il 18,2 per cento del totale delle province italiane. Le province del Nord sono invece ampiamente sovra rappresentate, con 19 casi (il 63,3 per cento del totale quando le province del Nord sono invece il 43,6 per cento del totale delle province).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento