"Casa Nogaro": scout e associazioni nella villa del figlio del ras | LE FOTO

Affidato il bene confiscato all'imprenditore Musone, sarà intitolato al vescovo emerito

Ecco dove nascerà Casa Nogaro

"Casa Nogaro". Sarà questo il nome della villa confiscata ad Eremigio Musone, imprenditore e figlio del ras dei Mazzacane Vittorio Musone. Il bene ospiterà gli scout di Caserta 2 e Capodrise 1. 

L'agenzia nazionale per i beni confiscati, infatti, ha affidato la villa di via San Pietro a Capodrise per creare un centro per i gruppi scout ed altre associazioni che hanno deciso di intitolare l'immobile al vescovo emerito di Caserta Raffaele Nogaro. Un nome evocativo, simbolo della lotta alle mafie ed al malaffare e nel segno della tutela dell'ambiente e del bene comune, in pieno spirito scout.

Nei giorni scorsi gli scout già hanno preso possesso del bene ed hanno avviato i primi lavori di adeguamento degli spazi e ritinteggiatura delle pareti dopo anni di abbandono. Inoltre, secondo alcune indiscrezioni, il Comune di Capodrise, sul cui territorio sorge il villone, sembra essere intenzionato a siglare un protocollo d'intesa con gli scout per avviare una serie di iniziative a sfondo sociale. Insomma una vera e propria vittoria da parte dello Stato che restituisce alla comunità civile un bene sottratto alla criminalità organizzata il cui valore, per questo motivo, va ben oltre quello meramente patrimoniale.

La villa, sequestrata a Musone in seguito all'operazione Dinasty, era stata attenzianata dalle forze dell'ordine e nel corso delle indagini vennero piazzate alcune cimici a bordo della piscina presente in giardino. Cimici che avevano intercettato anche summit di camorra che vennero ritenuti importanti da un punto di vista investigativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento