Bosco e soci sfidano l'ex sindaco in un confronto pubblico

Campania Libera abbandona la strategia dei manifesti accusatori

Il gruppo di Campania Libera di Casapulla

Prosegue l’affissione di pubblici manifesti di Campania Libera, il gruppo che fa riferimento ai consiglieri comunali che hanno determinato la caduta dell’amministrazione a Casapulla. Questa volta però non trapelano atti di accusa che hanno caratterizzato le prime due edizioni, bensì Bosco e compagni si rivolgono all’ex sindaco Sarogni, invitandolo ad un pubblico confronto per spiegare ai cittadini gli atteggiamenti e le azioni che hanno caratterizzato il comportamento degli ex amministratori di Casapulla.

“I Casapullesi devono sapere - è l’incipit del murale - dal momento che ci siamo resi che uno o più manifesti non riescono a rendere appieno l'idea di tutto quello che è accaduto politicamente negli ultimi due anni nella nostra cittadina, abbiamo pensato fosse opportuno un confronto pubblico nel quale poter esprimere, al cospetto dei nostri concittadini, tutte le ragioni che hanno spinto ognuno di noi ad agire in un modo piuttosto che in un altro. Riteniamo necessario questo confronto per evitare che si possa lasciare spazio a strumentalizzazioni o interpretazioni fantasiose che possono solo danneggiare la tenuta morale di chi negli ultimi quattro anni ha rivestito ruoli di amministrazione attiva nella nostra Casapulla. Lo dobbiamo a tutti. È utile ribadire che nessun rancore ha spinto le esternazioni degli ultimi due manifesti, non abbiamo provato rancore quando avremmo potuto figuriamoci ora; solo tanta delusione e rammarico per le tante occasioni perse e per non aver potuto vivere nel migliore dei modi un progetto politico che all'inizio viaggiava con le migliori prospettive, man mano tutte naufragate”.

I firmatari hanno predisposto l’incontro per giovedì 7 giugno prossimo e sollecitano l’ex sindaco ad una riscontro a stretto giro per approntare la documentazione onde utilizzare la sala centrale del Teatro Comunale di Via Fermi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • Allerta meteo, scuole chiuse: ecco i sindaci che hanno firmato le ordinanze

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento