Una scuola di musica nella villa confiscata alla camorra

Consegnate le chiavi dell'immobile di via Bach, l'assessore: cerchiamo fondi per l'adeguamento

L'immobile confiscati alla criminalità di via Bach a Casal di Principe

Una buona notizia da Casal di Principe. L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Renato Natale ha consegnato il bene confiscato in via Bach. Ieri sono state consegnate le chiavi e ovviamente anche la strada ha dato l'imput per la valorizzazione dell'immobile sottratto alla criminalità organizzato. Bach infatti sarà anche suonato all'interno di questa casa a due piani perché ospiterà la 'sezione musicale' della scuola secondaria di I grado 'Dante Alighieri'.

"Abbiamo già avviato la progettazione - ha detto l'assessore alla Pubblica istruzione Marisa Diana - e quindi anche il reperimento dei fondi per l'adeguamento". Un'opera importante che dimostra, ancora una volta, il grande lavoro che la maggioranza Natale sta portando avanti anche per ridonare nuovamente alla comunità dei beni che in passato sono appartenuti alla camorra. I casalesi, quelli veri, si riappropriano, un po' alla volta, di quanto sottratto in passato. Con la speranza che il futuro possa cancellare per sempre i ricordi di un male che non deve più tornare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico casertano: "E' aggressivo solo in alcuni casi. Niente panico, solo piccole precauzioni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento