Box auto abusivo, al Tar la battaglia tra proprietaria e Comune

L'Ente aveva dichiarato l'acquisizione al patrimonio dopo l'ordinanza di demolizione

Si sposta al Tar della Campania la ‘battaglia’ tra il Comune di Aversa e la proprietaria di un box auto di un condominio di via Cilea, che l’Ente con una propria ordinanza aveva acquisito al patrimonio comunale.

Lo scontro era nato a seguito dell’accertamento da parte della polizia municipale della realizzazione in assenza di permesso a costruire di una cantinola con chiusura perimetrale destinata ad autorimessa.

Il Comune aveva in un primo momento notificato una ordinanza di demolizione del box da circa 30 mq, richiesta mai ottemperata da A.D.A. Per questo l’Ente, con una seconda ordinanza a firma del dirigente Serpico dello scorso maggio, dichiarava l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle opere realizzate abusivamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda però non si è ancora chiusa, con il ricorso presentato al Tar dai legali della proprietaria del box per l’annullamento dell’ordinanza. Il Comune si è affidato all’avvocato Giuseppe Nerone per resistere in giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

Torna su
CasertaNews è in caricamento