ELEZIONI Pronti 2 posti in giunta per gli ex candidati sindaci

Il neo sindaco: "Bottigliero e Perfetto nell'esecutivo. Il loro sostegno importantissimo"

Il nuovo sindaco Sagliocco ha festeggiato in piazza con gli alleati

Una maratona politica di mesi che si è conclusa con una vittoria elettorale “che cancella gli ultimi 40 anni di una politica completamente differente dalla nostra. E’ stata un’impresa titanica, e portare a casa questo successo è stato semplicemente fantastico”. Con queste parole il nuovo sindaco di Trentola Ducenta, Andrea Sagliocco, saluta il risultato elettorale che lo ha premiato con il 58% delle preferenze in questo ballottaggio a fronte del 42% dell’avversario Michele Apicella.

L’avvocato ha praticamente confermato gli stessi voti del primo turno mentre l’oculista ha tratto benefici “importanti anche se non probabilmente determinanti” dagli accordi sottoscritti con gli altri due candidati sindaco, Paolo Bottigliero e Luigi Perfetto. Che per questo ‘apparentamento’ (Bottigliero ufficiale mentre Perfetto "con una stretta di mano") otterranno una poltrona della prossima giunta: “Con molta probabilità faranno parte del prossimo esecutivo – ha detto Sagliocco – anche se non ne abbiamo ancora parlato. Il loro sostegno è stato comunque importantissimo e penso che la loro esperienza possa essere importante anche nei momenti delle decisioni. Nelle prossime ore ci siederemo ad un tavolo per parlarne anche se ho le idee abbastanza chiare”.

Bottigliero e Perfetto diventeranno assessori accettando l’incarico, dovranno necessariamente lasciare il loro posto in consiglio comunale. E quindi pronti ad entrare tra i banchi della maggioranza Salvatore Casanova (candidatosi con la lista apparentata di Bottigliero sindaco, ha ottenuto 235 preferenze) e Francesco Pellegrino (227 preferenze con la lista Trentola Ducenta nel cuore che sosteneva Perfetto sindaco).

Il nuovo consiglio comunale si insedierà nei prossimi giorni “perché stiamo attendendo che dalla commissione provinciale ci facciano sapere qualcosa – ha concluso Sagliocco – perché abbiamo tantissime cose da fare. La prima, e più immediata, sarà quella di una riorganizzazione degli uffici comunali. Se la macchina comunale non funziona è impossibile fare qualsiasi cosa. Vogliamo portare una ventata di novità, per il bene della nostra città”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento