Bosco replica a Sarogni: “Hai perso un’altra buona occasione”

“L’ex sindaco proiettato sul futuro? Ma cosa ha prodotto in 4 anni?”

Il consigliere regionale Luigi Bosco

Non si fa attendere la replica di Luigi Bosco all’ex sindaco Michele Sarogni che ha fatto sapere nel pomeriggio di disertare l’invito di un pubblico confronto.

Il consigliere regionale si dichiara stupito e deluso dal comportamento dell’ex fascia tricolore anche in virtù del fatto che sentiva la necessità di informare i cittadini sull’evolversi degli eventi. “Mi dispiace deludere – afferma il referente di Campania Libera - quei concittadini, amici, semplici conoscenti ed avversari politici che hanno chiesto fortemente negli ultimi giorni un confronto pubblico inerente la situazione politica locale. Una nota stampa dell'ex sindaco ha diramato la sua volontà di rifiutare il confronto adducendo motivazioni che sanno molto di politichese e non hanno nulla di pregnante. Rifuggire un confronto non è mai cosa buona; il dialogo su temi e contenuti, ragioni e motivazioni, rappresenta l'unico metodo per mettere un'intera cittadinanza nelle condizioni di poter farsi una propria idea, anziché lasciarla frastornata tra mezze frasi dette, pettegolezzi e manifesti che sono purtroppo sempre a carattere "unilaterale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È sicuramente più comodo – continua Bosco - raccontare la propria storiella da vittima, anziché far emergere da un confronto "documentato" le reali e premeditate azioni poste in essere a discapito di un gruppo di persone messo nell'angolo senza esitazione per far sì che quel potere che tanto piace nominare all'ex sindaco potesse essere gestito e tramortito dal solito cerchio magico. Eravamo scomodi compagni di viaggio che andavano buttati dalla nave appena salpata. Ma il tempo è galantuomo e di questo siamo fermamente convinti. Leggiamo, inoltre, allibiti che Sarogni continua a parlare di voler costruire una Casapulla più bella e vivibile; dimentica che è stato lui e solo lui ad amministrarla negli ultimi 4 anni e quando si presenterà alle prossime elezioni amministrative, prima di lanciarsi in aneliti futuristici, dovrà dire a Noi concittadini cosa ha materialmente prodotto per la sua comunità in questi lunghi 4 anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

  • La moglie di Enzo morto per Covid a 41 anni: “A 3 mesi io ed i miei figli ancora senza tamponi”

Torna su
CasertaNews è in caricamento