Il bilancio post dissesto in Consiglio senza la relazione dei revisori

A 24 ore dalla seconda convocazione, non c’è ancora il parere del collegio

In un Comune che dichiara due dissesti finanziari in sette anni, capita addirittura che si arrivi alla vigilia del consiglio comunale per approvare il bilancio stabilmente riequilibrato senza avere ancora la relazione dei revisori dei conti. Che, anzi, sarebbe dovuta arrivare mercoledì, visto che la prima convocazione era in programma per questa mattina ma è saltata, come solitamente avviene, per la mancanza del numero legale. 

A Caserta, purtroppo, accade anche questo e la cosa strana è che la notizia sembra non far neanche rumore. Il ritardo dei revisori, naturalmente, è dovuto a quello della giunta presieduta da Carlo Marino nell’approvare il documento contabile proposto dall’assessore alle Finanze Federico Pica, che ha avuto il placet solo venerdì 2 novembre scorso, dopo una serie di rinvii.

Di fatto la relazione col parere (che è obbligatorio ma non vincolante per l’amministrazione comunale) potrebbe arrivare tra stasera o domattina, rendendo di fatto impossibile per i consiglieri di opposizione poter effettuare il loro lavoro di controllo. Facile immagine che qualcuno possa presentare una pregiudiziale in consiglio comunale venerdì mattina o, addirittura, pensare ad un ricorso al Tar Campania che inficerebbe la delibera (come già accaduto in passato). Ma tra i banchi della maggioranza, questo, oggi, non sembra essere un problema. Almeno per loro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento