“Il sindaco si dimetta, servono nuove elezioni”

L’appello di Articolo Uno dopo l’inchiesta che vede indagato Sagliocco

Il sindaco Andrea Sagliocco

“Dimissioni immediate, e percorso programmato per nuove elezioni”: scende in campo anche il partito politico ‘Movimento Democratico e Progressista – Articolo 1’, affiancato dai rappresentanti di LeU, nel chiedere che il sindaco di Trentola Ducenta, Andrea Sagliocco, ponga fine alla sua amministrazione dopo l’inchiesta che ha coinvolto il Comune (4 indagati, tra i quali il primo cittadino).

A chiedere il “rinnovo del consiglio comunale” sono Nicola Rennella del Coordinamento provinciale e Michele Pirozzi del coordinamento cittadino. Secondo gli esponenti di Articolo 1 “era lecito e giusto pretendere che con le elezioni amministrative ultime, cioè con un governo della città democraticamente eletto, il sindaco e la Giunta nominata affrontassero, con la dovuta tensione risolutiva e con logica e metodologia completamente in antitesi con il passato, tutti i temi e le problematiche legate al dissesto finanziario incombente, alla gestione del territorio, al rilancio dei servizi tutti offerti dal Municipio, alla trasparenza e correttezza degli atti amministrativi, ad un nuovo ciclo di partecipazione e democrazia”.

Articolo 1 ribadisce che in questi ultimi mesi “da parte nostra si è cercato di dare un contributo a tanto. Volendo promuovere un produttivo e virtuoso percorso di discussione e confronto con la maggioranza amministrativa uscita dalle elezioni, per poi coinvolgere l’intera cittadinanza e le forze politiche presenti sul territorio e nel consiglio comunale, su temi e problematiche, necessitanti urgenti e necessarie risposte di governo nell’interesse della collettività”.

E che già nell’agosto scorso i rappresentanti di MDP articolo UNO– LeU del circolo di Trentola-Ducenta, hanno chiesto un incontro all’allora neo sindaco per aprire il confronto su “servizio di mensa scolastica”; “risorse umane e finanziarie disponibili”, “servizio di manutenzione di ogni tipo degli impianti a rete di urbanizzazione primaria esistenti sul territorio”; ed “esproprio delle aree della Zona PIP” ma “su tale richiesta si è avuto solo assoluto silenzio, anche se in un cercato incontro con il vicesindaco si è sollecitato la richiesta. Forse si doveva avere altri riferimenti, esterni, ma certamente influenti sull’attività di scelte della maggioranza? Hanno, irresponsabilmente, preferito non confrontarsi e, dopo aver portato avanti, da dilettanti ed in modo dispendioso per l’ente Comune, la problematica inerente il mercato settimanale, con la scelta del sito e l’esecuzione delle opere connesse all’insediamento, sia inutili che male attuate, si ritrovano, il Sindaco ed altri, indagati con gravi accuse, per attività che non hanno niente a che vedere con l’amministrare la cosa pubblica”.

Il circolo cittadino di MDP articolo UNO, quindi “ritenendo reale che possa verificarsi di nuovo lo scioglimento indotto del Consiglio Comunale e la conseguente messa in atto di nuovo Commissariamento del Comune”, condividendo la posizione politica espressa in altra sede dall’associazione culturale “Eureka” “al fine di evitare un lungo periodo di mancanza di democrazia e solo di gestione amorfa ed ordinaria del governo della città, chiedono al sindaco di dimettersi ed al Consiglio comunale di programmare, con l’adozione degli atti dovuti, il percorso per nuove elezioni in tempi brevi del sindaco e del nuovo consesso”.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

  • Terremoto, attivato il piano di emergenza comunale

Torna su
CasertaNews è in caricamento