Le cicorie caiatine di nuovo su Rai Due

Caiazzo - Ancora nel mirino dei media nazionali. Nelle ultime tre settimane- la cittadina dell’alto casertano è approdata su Libero, a “Piazza Grande”, trasmissione di Raidue, e sul noto settimanale nazionale Cronaca Vera, in vendita anche...

Ancora nel mirino dei media nazionali. Nelle ultime tre settimane- la cittadina dell’alto casertano è approdata su Libero, a “Piazza Grande”, trasmissione di Raidue, e sul noto settimanale nazionale Cronaca Vera, in vendita anche all’estero. Domenica sera, l’ennesima ribalta nazionale per il comune caiatino. Merito della ricercata cicoria caiatina- che per le particolari proprietà afrodisiache- è approdata nel programma “Strada Facendo”- in onda su Radio Due Rai. A parlarne in diretta, i conduttori Federico Biagioni e Federica Gentile- collegati con Brunella Bolloli, giornalista di Libero che nei giorni scorsi ha redatto con Giuseppe Sangiovanni, freelance di Caiazzo- l’articolo pubblicato sul giornale di Feltri. Cicorie caiatine, autentico fenomeno mediatico - targato Sangiovanni. La news -finita a Radio Due Rai- trattata in trasmissione con ironia e goliardia. Messi in risalto i risultati “più strong”- derivanti dalla caratteristica pianta erbacea- unica in Italia: Per celebrare la cicoria caiatina- scomodati- dal conduttore- persino Totò e Alberto Sordi. Nel corso dell’intervento, la giornalista di Libero- ha evidenziato la fondazione dell’Accademia della Cicoria, e il Cicoria Day- in programma l’uno, il due e tre giugno (“ma ci dobbiamo essere! Caiazzo aspettaci, arriviamo”)- le pronte adesioni dei meravigliati e simpatici conduttori- sedotti dalle singolari idee dei caiatini. Cicoria Day – pubblicizzato per ben sei volte dai conduttori (lo ha chiesto ed ottenuto da Sangiovanni). Menzione speciale per il sindaco, Stefano Giaquinto, e per le due farmacie caiatine. “Ho utilizzato una buona parte dei miei canali di comunicazione- per far conoscere Caiazzo- precisa Sangiovanni- una news curiosa, collocata con successo su diverse testate nazionali- con cui collaboro. Un “principio attivo miracoloso” (scandaloso per i moralisti di professione di Piazza Porta Vetere) - che potrebbe calamitare gli ambiti turisti, mai arrivati nelle nostre zone”. Per gli organizzatori del Cicoria Day, la strada appare abbondantemente spianata. Spot pubblicitari di questa portata- costerebbero cifre enormi. La povera cicoria caiatina- è riuscita a sponsorizzare una cittadina che deve svegliarsi dal torpore- cercare di crescere e guardare oltre il naso, non pensando solo a distruggere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento