Approvato il Puc in consiglio comunale

Il sindaco Caterino: "E' una grande vittoria, simbolo di evoluzione e crescita sociale e civile"

Il sindaco Vincenzo Caterino

Dopo venti lunghi anni, è stato approvato finalmente il nuovo Piano urbanistico comunale a San Cipriano d’Aversa. Un traguardo importante raggiunto dal sindaco Vincenzo Caterino e dall’intera amministrazione comunale dopo anni di intenso e accurato lavoro. Un progetto che è stato tra i principali obiettivi perseguiti fin dal primo giorno dall’amministrazione Caterino, che ha visto impegnati tecnici esperti del settore.

Nel 2014 fu stipulata ad hoc una convenzione con il raggruppamento temporaneo di professionisti, con sede legale a Milano, e attribuita all’architetto Paolo Favole la mansione di tecnico responsabile della redazione del Puc, del regolamento urbanistico edilizio comunale, della valutazione ambientale strategica e della carta dell’uso agricolo e del suolo. Da allora i lavori sono stati meticolosi e incessanti fino ad oggi con la realizzazione e approvazione definitiva del Puc. Un segnale concreto di sviluppo e innnovazione che porterà ad una crescita urbanistica ordinata nel rispetto assoluto della legalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Voglio rendere merito a tutti gli addetti ai lavori – commenta il primo cittadino Vincenzo Caterino – Un ringraziamento va all’intera area urbanistica del nostro Comune e in particolare al dirigente Luigi Caterino, per l’impegno e le alte capacità e competenze professionali. Oggi, grazie all’impegno di tutti loro, San Cipriano d’Aversa può festeggiare una grande vittoria, simbolo di evoluzione e crescita sociale e civile. Sono davvero molto soddisfatto”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento