Crollo a scuola, l'allarme dell'assessore: "Incerta l'apertura a settembre"

Via libera dalla maggioranza in Consiglio all'assestamento di bilancio

Il consiglio comunale di Lusciano

Consiglio comunale senza grossi colpi di scena quello di stamattina nel Palazzo ducale di Lusciano. Maggioranza e opposizione in poco più di 2 ore hanno deliberato tutti i 14 punti all’ordine del giorno con pochi ‘scontri’ dialettici ad accendere l’Assise (solamente sulla prima interrogazione). Assenti Augusto Abategiovanni e Luciano Abate.

L’assemblea aperta al pubblico (ma con un ‘picco’ di 10 cittadini ad assistere) si è aperta con le interrogazioni presentate dall’opposizione nelle persone del capogruppo Dominga Inviti e Filippo Ciocio. La minoranza ha chiesto chiarimenti sulle percentuali di differenziata e sui lavori alla scuola dopo il crollo del cornicione. Sulla differenziata ha risposto l’assessore Renato Mottola che ha riferito di un 61% (come ultimo dato ricevuto in Comune) mentre l’assessore Marco Valentino ha riferito sulla scuola sottolineando che “non è possibile ad oggi dire con certezza che la scuola riapra regolarmente a settembre. Abbiamo ordinato la demolizione dell’intero cornicione e in questo mese di agosto ci sarà una valutazione dei tecnici per provare la sicurezza dell’istituto. Di certo apriremo il plesso solamente quando sarà garantita la massima sicurezza dei nostri studenti”. Cosa si farà qualora la scuola dovesse restare chiusa non è dato saperlo doppi turni? L’opposizione non ha chiesto informazioni.

C’è stata quindi la presa d’atto dei capigruppo di entrambi gli ‘schieramenti’ politici: per la maggioranza Renato Mottola e per l’opposizione Dominga Inviti. E quindi si è data lettura (lontani i tempi delle votazioni in aula consiliare) alle scelte avvenute in conferenza di capigruppo dei presidenti e dei membri delle commissioni consiliari.

LE COMMISSIONI

Il nuovo presidente della commissione Istruzione, Cultura e Sport è Claudio Grimaldi. Con lui ci saranno Renato Mottola (maggioranza) e Enrica Rosa Granieri (opposizione). La commissione Affari Istituzionali è stata invece affidata a Renato Mottola: a farne parte anche Claudio Grimaldi e Francesco Palmiero (minoranza). Nella commissione Urbanistica, Lavori pubblici e Viabilità ci saranno invece Raffaele Esposito (presidente), Stefania Giglio (maggioranza) e Filippo Ciocio (opposizione). La commissione Ecologia, Cimitero e Protezione civile è stata invece affidato ad Augusto Abategiovanni che sarà affiancato da Raffaele Esposito e Luciano Abate. La commissione Attività economiche-produttive e commerciali è stata invece assegnata a Stefania Giglio che avrà al suo fianco Augusto Abategiovanni e Dominga Inviti. La commissione solitamente ‘consegnata’ all’opposizione è quella di Controllo e Garanzia che infatti è andata al presidente Filippo Ciocio. Con lui due componenti della maggioranza Raffaele Esposito e Stefania Giglio. La Commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari sarà invece formata dal sindaco Nicola Esposito e da Augusto Abategiovanni (maggioranza) ed Enrica Rosa Granieri (opposizione).

NOMINE E SERVIZI SOCIALI

Per quanto riguarda invece gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune e del Consiglio presso Enti, aziende e istituzioni ha preso la parola il sindaco sottolineando che “per adesso non sono previste nomine” mentre Inviti ha chiesto di “rendere partecipi anche i consiglieri di opposizione”.

Si è poi toccata anche la sfera del sociale andando ad approvare il regolamento per la compartecipazione al costo dei servizi sociali per l’Ambito C7. Un atto richiesto direttamente dal Ministero per concedere all’Ambito (Lusciano è capofila) di avere un finanziamento per gli asilo nido.

DEBITI FUORI BILANCIO

E quindi si sono discussi insieme tre debiti fuori bilancio (relazione dell’assessore Luciano Mariniello). Il Comune è stato condannato al pagamento di circa 20mila euro ma si è trattata solo di una presa d’atto. L’opposizione ha dichiarato di provvedere a ridurre “le insidie e i trabocchetti” votando contro.

LA ‘GAFFE’ DI MARINIELLO

A fine consiglio comunale poi si è parlato della salvaguardia di bilancio. Un argomento delicato come quello delle Finanze dell’Ente affrontato dal giovane assessore Mariniello. Il documento ha ottenuto il parere favorevole del Revisore dei Conti ma Mariniello ha dimostrato di averlo letto probabilmente con leggerezza visto che ha affermato “la mancanza di nuove entrate e di nuove uscite”. E prontamente è stato incalzato da Inviti che ha fatto notare che “ci sono ben 700mila euro in entrata e gli stessi soldi in uscita. Probabilmente si tratta di qualche finanziamento ottenuto”. A questo punto l’assessore è andato in difficoltà anche perché incalzato anche da Filippo Ciocio. Ma quando la minoranza avrebbe potuto ‘attaccare’ l’assessore ha preferito soprassedere rinviando negli uffici tecnici la discussione. Ad arrivare in ‘soccorso’ del giovane delegato dell’esecutivo il primo cittadino Esposito che ha spiegato tutto nel dettaglio chiudendo, di fatto, l’Assise.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Schianto in autostrada: due km di coda

  • Tragedia in spiaggia, muore annegato davanti ai turisti

Torna su
CasertaNews è in caricamento