ELEZIONI Il vescovo in campo con un ‘appello’ per il voto

Monsignor Spinillo terrà un incontro con i fedeli in vista delle amministrative del 26 maggio

Il vescovo di Aversa Angelo Spinillo

Sarà il chiostro di San Francesco ad ospitare l’iniziativa promossa dalla Diocesi di Aversa nel corso della quale il vescovo Angelo Spinillo indirizzerà un appello ai cittadini e un augurio ai candidati nelle prossime elezioni del 26 maggio.

L’appuntamento è fissato per martedì 14 maggio alle 17:30, “confermando - spiega la Diocesi - l’attenzione della Chiesa al bisogno di una sempre più intensa responsabilità civica, necessaria, in tempi difficili, per rigenerare le relazioni e la qualità della vita nelle nostre comunità locali”.

Una iniziativa nel solco di quelle già messe in atto per ricorda don Peppe Diana, il parroco anticamorra ucciso a Casal di Principe 25 anni fa. “Quest’attenzione - spiegano infatti dalla Diocesi - esce rafforzata dal percorso che, a 25 anni dal suo sacrificio, ha visto tante realtà del territorio richiamarsi alla testimonianza in vita di don Peppino Diana, come fermento, luce e sostegno per quanti hanno davvero a cuore il bene delle proprie comunità. Questa testimonianza è stata riproposta da monsignor Spinillo, nella sua lettera pastorale “Per amore, sentinelle e profeti” come sollecitazione viva ad affrontare la fatica del vivere civile come ricerca del bene comune, operando scelte consapevoli non finalizzate solo a vantaggi per sé e per la propria parte. E’ nel dialogo con tutti che la Chiesa di Aversa intende realizzare una presenza sempre più attenta e incisiva nei luoghi e nei percorsi, ove si formano le volontà e si assumono responsabilità nei confronti delle comunità di appartenenza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento