Arriva la svolta per l'appalto da 34,5 milioni

Confermate 2 esclusioni, accettata la terza offerta

Il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro

Arriva (forse) la svolta definitiva per l’affidamento della gara per la raccolta dei rifiuti solidi urbani ad Aversa. Il presidente della commissione di gara della Stazione Unica Appaltante Raimondo Dortucci ha infatti trasmesso quello che potrebbe essere l’ultimo atto prima dell’aggiudicazione definitiva della gara da 34,5 milioni di euro. 

Escluse dalla gara la Senesi di Rodolfo Briganti, che ancora oggi gestisce il servizio in proroga, ed il Consorzio Cite di Salerno che ‘paga’ i problemi avuti su altri cantieri, in primis ad Orta di Atella, dove gli è stato rescisso il contratto subito dopo Capodanno. Proprio quest’ultima aveva richiesto, oltretutto, un nuovo rinvio della seduta di aggiudicazione in attesa di un ricorso al Tar Campania, ma la richiesta è stata respinta.

Per questo motivo la commissione di gara ha affidato l'appalto alla Tekra che ha superato i ‘problemi’ che erano stati sollevati relativamente all’offerta presentata. Forse, dunque, dopo circa un anno e mezzo dall’avvio della gara è arrivata finalmente la svolta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

  • Mazzette ai politici per gli appalti alla camorra, Zagaria è un fiume in piena

Torna su
CasertaNews è in caricamento