Nuova giunta per il sindaco indagato, Apicella: “Scarica le colpe sui vecchi assessori”

L'esponente dell'opposizione contro Sagliocco: "Deve dimettersi"

Il sindaco Andrea Sagliocco e Michele Apicella

Il sindaco di Trentola Ducenta Andrea Sagliocco lunedì ha azzerato la propria giunta affidandosi a professionisti ‘esterni’ per un esecutivo tecnico che abbia come obiettivo quello di “raggiungere determinati obiettivi”. Le difficoltà nel costruire la giunta ma anche l’ennesimo blitz dei carabinieri in Municipio hanno fatto storcere il naso al consigliere comunale di opposizione Michele Apicella che ritiene che Trentola Ducenta stia vivendo “una situazione a dir poco paradossale e grottesca”.

Il quarto ‘accesso’ dell’Arma in Comune ‘costringe’ Apicella a puntare il dito contro l’amministrazione: “Gli inquirenti continuano il loro delicato e prezioso lavoro. Vari filoni di indagini sono seguiti da Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza. Ci sarà pure un motivo per tanto interessamento? Cosa avete combinato per essere così tanto attenzionati? Chi ha sbagliato in solo pochi mesi di (non) governo della ittà? In testa alla lista degli indagati il sindaco di Trentola Ducenta, Andrea Sagliocco, con i suoi più stretti collaboratori esterni. Ecco, che come toccasana alla situazione venutasi a creare, il sindaco, con i suoi consiglieri, tirano fuori dal cilindro una nuova “giunta tecnica” con persone, certamente rispettabilissime, ma completamente estranee alla conoscenza del territorio, della Popolazione, delle rispettive necessità, esigenze ed aspettative. E per alcuni di loro, però, la nomina sembra scaturita dall’interessamento di personaggi inizialmente non legati alla compagine di maggioranza. Questa mossa è stata studiata per far ricadere la colpa di tutto quanto accaduto sui “vecchi assessori”, colpevoli solo di essersi fatti raggirare (speriamo in buona fede!) dagli autentici conduttori delle trattative e degli accordi gestionali. D’altra parte nessuno dei “vecchi assessori” risulta essere inquisito o iscritto nel registro degli indagati. Diversamente il sindaco ed i suoi compari, sono inquisiti”.

E quindi la richiesta, ribadita ancora una volta, al sindaco Sagliocco di “cercare di ridare dignità a questo popolo offeso e vilipeso, oltraggiato e deriso, preso in giro, calpestato e sbeffeggiato, assumiti le tue responsabilità e dimettiti. Ma questo non lo hai fatto e non lo farai perché sono veramente tanti gli impegni assunti da te e da qualche tuo congiunto. Ancora una volta dimostri di non conoscere Trentola Ducenta e la sua popolazione: abbiamo ricchezza di professionalità competenze, disponibilità, capacità e serietà che non sono secondi a nessuno. Ma tutto questo lo ignori, tu che sei di San Marcellino”.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Blitz dei carabinieri nel rione con cani ed elicotteri | FOTO

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

Torna su
CasertaNews è in caricamento