Bancomat accanto alla sala slot: “Interrogazione al Ministero”

Aggirato il regolamento comunale sulle attività da gioco. Commercianti preoccupati

Il bancomat aprirà nei pressi della sala slot

Rischia di diventare un caso l'apertura di uno sportello bancomat in via Salvo D'Acquisto a Caserta, proprio accanto ad una sala slot. Se è vero che il Comune ha posto dei paletti, su distanze ed orari da rispettare, per le attività dedicate al gioco, al fine di contrastare il fenomeno della ludopatia, è altrettanto vero che l'Ente di Palazzo Castropignano non ha alcun potere decisionale sull'apertura di sportelli bancomat in città, la cui autorizzazione può essere "vietata" solo per motivi di ordine pubblico.

IL REGOLAMENTO

Insomma, fatta la legge trovato l'inganno, verrebbe da dire. Sulla distanza minima tra una sala da gioco ed un bancomat il regolamento approvato dal Consiglio Comunale è abbastanza chiaro. "Non potranno essere aperte sale giochi in un raggio di cento metri da sportelli bancari, bancomat, uffici postali, esercizi di vendita preziosi". Così recita il secondo comma dell'articolo 8 del regolamento comunale sulle sale slot. Un provvedimento che ha un'efficacia unilaterale. In altre parole non è valido al contrario. E quindi sono partiti i lavori per l'installazione di uno sportello per il prelievo di contanti che è separato dall'ingresso della sala slot solo da un'altra attività commerciale.

PREOCCUPATI I COMMERCIANTI

Due principalmente gli aspetti che preoccupano. Uno relativo alla ludopatia, con l'apertura di uno sportello bancomat che rischia di garantire la disponibilità continua di soldi ai giocatori d'azzardo. L'altro, invece, di ordine pubblico con i negozi di vicinato che sono sensibilmente preoccupati dal fatto che la presenza della cassa automatica sia un'attrattiva per bande di ladri. Insomma un quartiere residenziale e tutto sommato tranquillo rischia di trovarsi in una situazione di scarsa sicurezza.

INTERROGAZIONE AL MEF

La questione è, comunque, nota agli uffici comunali che stanno procedendo a tutte le verifiche ed i controlli del caso. "Caserta è l'unico comune tra quelli vicini che si è dotato di un regolamento - spiega l'assessore Emiliano Casale - L'amministrazione locale ha poteri decisionali solo sulle attività da gioco e può regolamentare su distanze ed orari. Ma non può andare oltre creando così un vuoto. Per questo stiamo preparando un'interrogazione al Ministero delle Finanze per capire come comportarci e colmare una lacuna perché da un lato non possiamo vietare l'apertura del bancomat e dall'altro la stessa sala slot subisce questa apertura". Intanto, fino a quando il vuoto verrà colmato, in tanti potranno rovinarsi.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento