L’Unicef Caserta cambia guida: Narciso lascia il testimone a Cecilia Amodio

L’ex dirigente scolastica alla guida del comitato provinciale

Cecilia Amodio ed Emilia Narciso

Trent’anni trascorsi a sostenere l’Unicef ed una carriera a contatto coi bambini: elementi essenziali che risaltano le qualità della nuova presidente del comitato provinciale di Caserta Cecilia Amodio. Sarà l’ex dirigente scolastica, originaria di Marcianise ma residente ad Aversa, la nuova guida casertana dell’Unicef raccogliendo il testimone da Emilia Narciso che per 15 anni ha guidato i volontari della provincia di Caserta. 

Una sfida non semplice per la Amodio, perché il lavoro del suo predecessore è indelebile negli occhi delle migliaia di volontari che hanno collaborato con la sede provinciale, ma sicuramente una scelta nel solco della vicinanza ai bambini ed alle loro esigenze. La Narciso resterà comunque col ruolo di ‘Past President’. 

“C’è uno slogan dell’Unicef che a me è particolarmente caro - ha affermato la neo presidente - e recita: nessun angolo del mondo è tanto remoto da impedirci di salvare tutti i bambini e garantire i loro diritti. Il comitato di Caserta si sente chiamato a costruire sinergie con le istituzioni, le associazioni, le scuole, gli ospedali affinché non si affievolisca l’interesse ed il consenso intorno alle problematiche relative ai diritti dei minori. Il mio personale impegno - ha aggiunto - sarà a 360 gradi, ma provenendo dal mondo della scuola conosco bene quali sono i disagi ed i problemi che vivono i nostri bambini”. 

La Amodio, che è stata eletta ufficialmente il 3 ottobre scorso, spiega anche quello che sarà il percorso che intraprenderà: “Mi attiverò affinché le proposte didattiche che l’Unicef mette a disposizione delle scuole vengano conoscete ed utilizzate per costruire percorsi formativi condivisi e mirati e sostenere gli alunni, i docenti ed i genitori nel difficile cammino verso la costruzione di persone mature e consapevoli, in grado di migliorare loro stesse ed il contesto sociale nel quale vivono”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Poligono di tiro sequestrato dai carabinieri | FOTO

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

Torna su
CasertaNews è in caricamento