Amianto nell'ex tabacchificio, bonifica a carico del proprietario

Presentato in Regione il piano esecutivo da 4,6 milioni di euro

L'ex tabacchificio di Sparanise

Al via la bonifica dell'ex Tabacchificio di Sparanise. E' quanto ha annunciato il sindaco Salvatore Martiello che ha presentato in Regione il progetto esecutivo per la rimozione dell'amianto e di altri rifiuti presenti nell'area.

L'intervento, inserito nel piano regionale delle bonifiche dal 2016, avrà un costo di 4,6 milioni di euro e sarà effettuato in danno del proprietario che "nonostante gli innumerevoli e infruttuosi tentativi non ha provveduto nei tempi stabiliti dal cronoprogramma all'esecuzione della bonifica", dice il primo cittadino.

"Al privato - prosegue Martiello - sarà addebitato il costo effettivo dell'opera che, in caso di mancato rimborso, comporterà l'acquisizione al patrimonio dell'ente di tutta l'area. Il Comune di Sparanise dopo l'approvazione del progetto esecutivo passerà alla fase di appalto e di esecuzione dei lavori, essendo stato riconosciuto quale soggetto attuatore, con un controllo costante di questa bonifica da decenni oggetto di speculazioni elettorali".

Il piano esecutivo, presentato in Regione dal sindaco e dal responsabile del procedimento Giovanni Fusco, prevede la rimozione e lo smaltimento totale dell'amianto e degli altri rifiuti presenti nell'area. L'elaborato presentato, preceduto per la prima volta da una lunga e complessa caratterizzazione, ha scongiurato la contaminazione di aria, suolo e falde. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Il vento abbatte le luminarie, alberi e pali della luce a terra | FOTO E VIDEO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento