Palazzo comunale da abbattere, l'opposizione chiede l'intervento del Prefetto

La minoranza consiliare insorge: "Ennesima scelleratezza dell'amministrazione"

Dario Abbate

L'opposizione consiliare di Marcianise insorge contro l'abbattimento del Palazzo di via Gemma di proprietà del Comune. I gruppi consiliari, attraverso un manifesto, hanno chiesto l'intervento del Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto per fermare l'iter che porterà all'abbattimento dello stabile con conseguente spreco di soldi pubblici.

"L'amministrazione Velardi - si legge nel manifesto - ha disposto e avviato l'iter per l'abbattimento del palazzo di proprietà comunale in via Gemma da sostituire con un parcheggio per pochi posti auto". L'immobile, considerato dall'amministrazione pericolante, fu "acquistato nel 194 dal Comune di Marcianise con una spesa di circa un miliardo di lire. Il palazzo - prosegue la nota dell'opposizione - fu poi ristrutturato con una spesa di 600mila euro per affrontare le emergenze abitative di famiglie in difficoltà economiche". Così nel corso degli anni si è riusciti a "garantire un'abitazione a vari nuclei familiari "senzatetto" e a dimostrare il forte spirtito di solidarietà che unisce la nostra Comunità. Tutto ciò sarà cancellato se questa scelleratezza non verrà fermata per tempo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento