'Strage' degli alberi, dopo 4 mesi il Comune si affida ad un agronomo

L'incarico segue le discusse determine dell'Ente che puntano ad abbattere 180 arbusti

Prima il piano di abbattimento di 160 alberi in pieno centro, approvato con tre determine nel gennaio scorso e in parte attuato, e solo 4 mesi dopo l’affidamento ad un agronomo dell’incarico professionale di redazione di un piano per la “gestione delle problematiche arboriculturali applicate alla gestione delle alberatura in ambiente urbano”.

Sarà infatti l’agronomo Nicola Leardi, professionista di Piedimonte Matese ma con studio tecnico nel Capoluogo, a gestire le problematiche relative allo stato di incuria in cui versano gli alberi di Caserta, con un incarico da 5mila euro che nei giorni scorsi è stato affidato in via diretta dal dirigente Francesco Biondi.

Negli scorsi mesi cittadini, movimenti ambientalisti, consiglieri comunali di opposizione  e persino l’Ordine degli Agronomi avevano denunciato il caso degli abbattimenti: 160 arbusti da abbattere tra corso Trieste, via Roma, via Cesare Battisti, piazza Vanvitelli, parco Primavera a Tuoro, viale delle Querce e vicolo Nicola Abbagnano al parco degli Aranci nell'ex zona 167, per un totale di 83mila euro.

Come denunciato dal WWF di Caserta, il progetto di abbattimenti previsto dal Comune “non prevede un piano di sostituzione.  Il verde pubblico a Caserta, storicamente, dopo Vanvitelli, è sempre stato considerato concettualmente come spazio da riempire con delle piante, senza tener presente il loro potenziale sviluppo (sesto di impianto), giusto per riempire gli spazi avanzati da lottizzazioni e cementificazione senza nessun criterio progettuale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento