'Fauna e Flora', successo per l'incontro del Cai a Fontegreca

Fontegreca - Il quarto appuntamento del ciclo di incontri a tema su "Risorse Ambientali e Sviluppo Sostenibile - Realtàed ipotesi nel territorio Matesino", promossi dalla commissione Tutela Ambiente Montano della sezione CAIdi Piedimonte Matese e...

070734_cai

Il quarto appuntamento del ciclo di incontri a tema su "Risorse Ambientali e Sviluppo Sostenibile - Realtàed ipotesi nel territorio Matesino", promossi dalla commissione Tutela Ambiente Montano della sezione CAIdi Piedimonte Matese e svoltosi a Fontegreca il 18.05.2013 presso la Casa del Parco, ha registrato unamassiccia partecipazione di interessati.Tema dell'incontro la componente vivente, vegetale ed animale del territorio matesino, affinchè, attraversoun ampliamento delle conoscenze al riguardo, il rispetto e la tutela degli equilibri naturali siano sempre piùtangibili. In questo cammino di conoscenza e riflessioni sulla natura che ci circonda, a relazionare sulla floraè stato il dr. For. Pio Cliberti, che ha illustrato i diversi tipi di vegetazione presenti nel nostro territorio, ed ifattori ambientali che ne influenzano la distribuzione, sottolineando la presenza del castagno e lapredominanza del faggio, fino al rapporto tra ambiente forestale e fauna selvatica.Sulla fauna ha invece relazionato il dr.Vet. Vincenzo D'Andrea, illustrando come al vertice della catenabiologica locale dominino il lupo e l'aquila, predatori tipici del massiccio matesino: argomenti di dibattitosono stati le caratteristiche fisiche e comportamentali del lupo, la difficile convivenza di questo splendidocacciatore con l'ambiente antropico, la presenza massiccia del cinghiale, lo sviluppo della pastorizia, lanecessità di tutelare la tradizione e contemporaneamente usufruire dei vantaggi della tecnologia.La partecipazione del Sindaco di Fontegreca, Antonio Montoro e del Presidente del Parco del MateseUmberto De Nicola, hanno reso più ampio il dibattito, che, scaturito dalle trattazioni degli argomenti, si èreso particolarmente interessante ponendo le basi per un dialogo tra il singolo e le istituzioni al fine di unacollaborazione attiva e reciproca, finalizzata ad una maggiore armonia tra l'uomo e la natura.Fondamentale il ruolo della sezione CAI di Piedimonte Matese, che, come sostenuto dalla socia FrancescaCiotte, che ha moderato l'incontro, « promuovendo incontri di tal genere, crea lo spazio, non solo fisico,per favorire la comunicazione, dalla quale emerge la consapevolezza che le risorse e le potenzialità delnostro territorio sono ancora da scoprire e rivalutare. Rivivere l'esperienza della montagna in un contestodi approfondimento delle proprie conoscenze è un dono che arricchisce e gratifica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

Torna su
CasertaNews è in caricamento